SMETTERE DI FUMARE

Secondo recenti statistiche il fumo in Italia causa 83000 decessi l'anno: è la prima causa di morte.

Gli effetti dannosi del fummo di tabacco si riversano su tutto l'organismo provocando cancro in diverse parti del corpo (bocca, gola, polmoni, stomaco, reni, pancreas, vescica, cervice), indebolimento del sistema immunitario, infarto, aneurismi, restringimento e indurimento delle vene, inestetismi della pelle e dei denti, aumento della cellulite, oligospermia, riduzione della fertilità femminile, aborto spontaneo, scarso peso del nascituro, ecc...

Smettere non è mai troppo tardi perché l'organismo si riattiva immediatamente per risanarsi e disintossicarsi ed è possibile raggiungere nel tempo una condizione di salute simile a quella di chi non abbia mai fumato.

Nell'immaginario collettivo l'ipnosi per smettere di fumare è spesso legata all'idea di un intervento rapidissimo, quasi magico, che in un colpo faccia smettere di fumare.

Tale possibilità non è del tutto irrealizzabile se aspettative e grado di suggestionabilità di chi richiede l'intervento sono alte. Ma quand'anche si realizzasse, le possibilità che gli effetti di questo intervento si mantengano nel tempo sono molto scarse.

Nella nostra esperienza si è rivelato più efficace un approccio che consenta una graduale riduzione del numero di sigarette e che associ all'uso di specifiche suggestioni ipnotiche l'apprendimento di tecniche e concetti utili per la gestione dello stress.

L'ipnosi sostiene fortemente la volontà del soggetto che voglia smettere di fumare aiutandolo peraltro a ridurne lo stress. 

L'approccio standard ha la durata di quattro settimane. Durante l'arco di un mese vengono insegnate tecniche per la gestione dello stress, viene fornito materiale di lavoro ed informativo e CD audio per l'autoipnosi quotidiana.

Sono inoltre previste sessioni di richiamo per favorire il mantenimento dei risultati nel tempo.

E' possibile lavorare anche a distanza via Skype